VISIONI AL FEMMINILE

Visioni al femminile

“VISIONI AL FEMMINILE”

Rassegna fotografica di

Carla Manincor, Maria Grazia Morat
Angela Panebianco, Silvia Tonelli


Rassegna presso il “SIMPOSIO” Wine-bar ristorante | Via Rosmini 19, TRENTO|

dal 16.7 al 21.09 2013 | inaugurazione: martedì 16.07 | ore  20.30|

» Vedi la rassegna online

» Testi di presentazione della rassegna delle autrici


Sono quattro le autrici che proporranno presso il “Simposio” di Trento, il loro più recente lavoro fotografico.
Carla Manincor, Maria Grazia Morat, Angela Panebianco e Silvia Tonelli propongono una rassegna con differenziati temi, ma un unico desiderio: condividere la passione per la fotografia e descrivere, attraverso di essa, il potenziale espressivo, simbolico e narrativo, intrinseco a questo duttile linguaggio.
Un’esperienza certamente non inedita nell’orizzonte fotografico delle autrici, poiché ciascuna di esse aveva già preso parte all’importante progetto espositivo (anche su catalogo), promosso dal Gruppo Fotoamatori Pergine per la commemorazione del 40° anno di attività del circolo, dal titolo: “Racconti di donne” (si consulti il seguente link per una visione della rassegna e per operare il download del catalogo: » RACCONTI DI DONNE).
Una lettura più articolata di questo nuovo progetto offre differenziate chiavi di interpretazione per ciascun lavoro proposto: Carla Manincor opera una ricerca formale, caratterizzata da un elevato livello di concettualizzazione ed astrazione dei propri soggetti, lavorando sull’essenza di ciò che le vecchie carcasse di automobili sono in grado di farci intendere sotto il profilo del tempo e di ciò che si consuma. Immagini pregevoli, meditate ed intense.
Mariagrazia Morat
ci offre l’opportunità, lirica e romantica, grazie al supporto di una fotografia che mantiene  assai significativo il suo livello di introspettività, di immaginare ciò che ci appare aldilà di una finestra… “Una visione sul mondo” e del nostro tessuto urbano in particolare, che si riannoda, attraverso il filo rosso di queste fotografie, alla parte più recondita di noi stessi.
Basata su un approccio ritrattistico, invece, è la proposta di Angela Panebianco che, con il suo lavoro, ci conduce nel luogo della sua grande passione: il ballo del Flamenco. Una fotografia di impostazione classica, ma di notevole curiosità ed interesse per coloro che, attratti dalla suadenza di questo ballo, potrebbero essere invogliati a comprenderlo ancor più grazie a queste immagini. Intensa la profondità di sguardo di alcuni soggetti ritratti.
La serie di immagini si chiude – in senso strettamente alfabetico – con un lavoro di Silvia Tonelli, a matrice decisamente formale, già sperimentato dall’autrice. Si tratta di riprese volte alla restituzione estetica di ciò che l’acqua, incontrando nel suo percorso altri spazi della natura o modifcando il suo stato fisico, è in grado di restituire allo sguardo attento di un fotografo sensibile. Trasparenze, colori e riflessi sono il leitmotiv, prettamente emotivo, di questo percorso.
Una rassegna meritevole di attenzione e di una visita, sia per la qualità del lavoro, ma anche per sostenere quello spirito di “autoproduzione” a cui, con grande entusiasmo, hanno volto le loro energie le quattro autrici.

Luca Chistè | © luglio 2013 |