Spazio Espositivo Pretto » pagina autori e preview eventi

Spazio Espositivo Pretto | pagina autori

Una porzione della nuova veste grafica impiegata sulla pagina Autori del sito
» www.prettoexpo.org

Grazie al restyling grafico operato sulla pagina AUTORI del sito di » www.prettoexpo.org , è possibile rileggere il lavoro sin qui fatto per la promozione dei fotografi che hanno esposto presso lo Spazio Espositivo Pretto di Trento.

La pagina del sito, rivista nella grafica con tecnica “grid” mediante il solo impiego di codice CSS + HTML, oltre a ripercorrere graficamente le diverse rassegne, introduce anche il prossimo evento espositivo, previsto per il mese di settembre, con un lavoro del fotografo » Giuseppe Benanti dal titolo: “KERALA

L’invito è ovviamente quello di seguire le iniziative di » Phf Photoforma presso lo Spazio Pretto e di divulgare, a coloro che si ritengono interessati agli eventi, le diverse notizie.

Auguro a tutti, una serena prosecuzione d’estate.

Luca Chistè | agosto 2013 © |

» Spazio Espositivo Pretto

INTERPLAY: rassegna di Erich Dapunt Spazio Espositivo Pretto

"Interplay" | rassegna di Erich Dapunt allo Spazio Pretto a cura di Phf Photoforma / Luca Chistè | ©

" I N T E R P L A Y "

 

immagini di Erich Dapunt

 

rassegna a cura di Phf Photoforma / Luca Chistè

"Interplay" | rassegna di Erich Dapunt allo Spazio Pretto a cura di Phf Photoforma / Luca Chistè | ©

Cari amici, ho il grande piacere di invitarvi alla rassegna fotografica: "INTERPLAY" del fotografo altoatesino ERICH DAPUNT che verrà proposta presso lo Spazio Espositivo Pretto di Trento con inaugurazione SABATO 11 MAGGIO ad ore 18.30 .

La rassegna rappresenta il 2° evento espositivo, dei tre previsti per il 2013, presso lo Spazio Espositivo Pretto e, per tale progetto, già esposto in altri contesti nazionali ed internazionali, Erich Dapunt ha realizzato un bellissimo volume che sarà proposto, dallo stesso autore, ad un prezzo scontato il giorno della vernice. Ai seguenti link trovate ulteriore materiale di approfondimento e lettura.

Vi ricordo che la programmazione degli eventi espositivi è consultabile sul sito: » www.prettoexpo.org

Nell'invitarvi a partecipare all'evento ed a divulgare l'inizativa a tutti coloro che ritenete siano interessati, vi invito a consultare i seguenti contenuti di approfondimento ragigungibili ai seguenti links:

» Presentazione web "INTERPLAY"

» Comunicato stampa [ pdf ]

» Flyer di invito [pdf]

Un cordiale saluto ed un sentito ringraziamento per la vostra attenzione,

Phf Photoforma / Luca Chistè & Spazio Espositivo Pretto

"Interplay" | rassegna di Erich Dapunt allo Spazio Pretto a cura di Phf Photoforma / Luca Chistè | © 

visita il sito di Phf Photoforma al seguente link:

» www.photoforma.it

 

 

Good News From Africa: foto di Carlo Maria Iannettone

Good news from Africa | ph. Carlo Maria Iannettone ©

PER ACCEDERE ALLA GALLERY CLICK | QUI | O SULLA FOTO

« Good News From Africa »
l’attesa di un Continente

 

fotografie di Carlo Maria Iannettone

FORTE SUPERIORE DI NAGO (TN)

27.04 / 12.05 / 2013

[stampe analogiche da negativo colore]

Sono equilibrate ed intense le immagini che Carlo Iannettone, grazie alla bravura dell’associazione culturale “ Il Fotogramma ” di Nago, ha recentemente esposto [27.04 - 12.05] in una bella e riuscita rassegna al Forte Superiore di Nago (TN) .

Equilibrate , perché Iannettone non ha compiuto in Africa un’esperienza episodica, ma vi ha prestato “servizio”, come medico, per diversi anni. Una prerogativa che gli ha permesso di osservare, con lo spirito di chi si accompagna alla vita – e in molti casi alla sofferenza – questi popoli “altri”. Quest’autore, sempre misurato ed elegante, si è reso partecipe, con autentico spirito etnografico, di una condizione umana e l’ha registrata con grande senso della misura e profondo rispetto per le persone ritratte, sulla sua pellicola (non sul sensore digitale, come vedremo poi…)

Intense , perché nelle fotografie di Iannettone si scorge una convinta partecipazione esistenziale, che diviene autentica “empatia” della visione, allorquando egli si approccia ai soggetti e alle diverse aree tematiche affrontate (il mercato, il gioco, i lavori dell’uomo, gli habitat e gli ambienti rurali e “cittadini”).

Come si diceva , una rassegna che risulta integralmente realizzata, non certo per smania tecnicistica, su pellicola a colori. Una scelta dettata sia dalle condizioni operative, sia dal periodo storico in cui l’autore ha operato le riprese, ma anche dalla precisa volontà di restituire alle immagini, attraverso una stampa anch’essa integralmente analogica, una loro precisa connotazione cromatica e semantica. Obiettivo pienamente raggiunto, perché l’equilibrio formale che accompagna l’intera serie di immagini esposte alla rassegna, si integra perfettamente con quell’equilibrio narrativo di cui ho più sopra riferito.

Una rassegna convincente , che trascende la prevedibilità di certi stilemi reportagistici, spesso “aggressivi” e sempre più teatralizzanti – oltreché consunti – e che vedono, nell’impiego delle ottiche grandangolari spinte, una disintegrazione di quei presupposti “emici” a cui la scienza etnografica guarda con giusta attenzione nel campo dell’antropologia visuale (si veda a questo riguardo l’interessante testo di Carla Bianco: “Dall’evento al documento: orientamenti etnografici”, ed. CISU, 1988, proprio sulla parte metodologica riferita alle riprese fotografiche). Iannettone, che oltre ad avere una grande sensibilità ed una notevole preparazione tecnico/storica in campo fotografico, invece, dimostra di avere ben metabolizzato quello spirito di “salvaguardia” metodologica che è peculiare, nel campo delle scienze sociali, dell’osservazione partecipante. Le sue immagini sono sempre misurate e lasciano immutato ai soggetti – che non divengono animali da zoo da classificare a beneficio degli spettatori “civili” – tutto il loro primitivo ed originario apparato valoriale e di autoregolamentazione relazionale e sociale. Una lezione di interessante “relativismo culturale”, applicata alla fotografia, che tanti fotografi di reportage dovrebbero considerare nel loro orizzonte metodologico ed operativo.

In un momento in cui sulla fotografia si legge di tutto – comprese le infinite sequele di banalità “copia & incolla” anche da parte di autoreferenziati giornali online che difettano di una specifica competenza sulla materia – la testimonianza di Carlo Iannettone offre alla fotografia una possibilità di riscatto, perché integra armoniosamente l’esperienza della tecnica di ripresa, la pulizia formale della proposta (quella che si può definire la “calligrafia” di un autore) e una rilevante e partecipata condivisione verso l’ambiente oggetto dell’indagine.

Quando l’azione diviene sinergica con il pensiero che l’ha mossa, allora è sempre il caso poter ascoltare con attenzione le parole dell’autore.

Ecco quindi la chiara testimonianza di Carlo Iannettone che ha accompagnato, con grande coerenza intellettuale, i visitatori alla rassegna.

“L’Africa di inizio millennio, tra un presente difficile ed un futuro negato. I conflitti, l’assedio delle multinazionali, il business della carità alimentano indifferenza e diffidenza. La semplicità del vissuto quotidiano esalta la grande dignità di popoli che rivendicano il diritto a riappropriarsi tanto della loro terra quanto della loro stessa esistenza.
Qui si continua a vivere e a sorridere. Ma c’è anche chi, fissando lo sguardo, pone un interrogativo o medita su un improbabile riscatto. Una porta o una finestra trascendono dalla loro dimensione domestica per incarnare un concetto di presenza-assenza, che li rende simboli di un distacco silenzioso da una scena concepita da altri.
E noi che percepiamo l’antica energia di questa terra, talvolta complici inconsapevoli del suo destino, restiamo nell’attesa di buone nuove dall’Africa…”

Carlo Maria Iannettone

 

Ringrazio Carlo , a nome della fotografia che pratico da oltre trent’anni, perché credo che siano questi gli insegnamenti di cui essa abbia bisogno per continuare a mantenere viva la propria specifica identità culturale.

Luca Chistè | © maggio 2013 |

» RASSEGNA DI CARLO IANNETTONE

 

PHF PHOTOFORMA: CORSO DI PHOTOSHOP 2013

Corso di Photoshop ed. 2014 | Phf Photoforma | Luca Chistè

Al via l'edizione 2014 del Corso di Photoshop
a cura di Phf Photoforma | Luca Chistè
[click sulla foto per accedere al programma e al calendario]

PHF PHOTOFORMA
CORSO DI PHOTOSHOP  ED. 2014

ISCRIVITI ONLINE

inizio corso: mercoledì 11 febbraio 2014
ORARIO: 20.30 – 22.30

 

Phf Photoforma  organizza un articolato  corso di PHOTOSHOP  che avrà inizio martedì 11 gennaio (tutti i martedì con orario 20.30 – 22.30).

»   Il corso di PHOTOSHOP   è realizzato in colalborazione con lo »  STUDIO CFI  (Consulenza e Formazione Informatica) di Trento,  ed  è  articolato su  8 lezioni  ad elevato contenuto applicativo e  2 workshop di tipo monografico  legati a specifici temi della fotografia digitale fine-art. Obiettivo del percorso di apprendimento è quello di fornire le basi teoriche e le pratiche operative per un utilizzo basico/intermedio di Photoshop, tendenzialmente rivolto all'ottenimento di stampe fotografiche fine-art d'autore. Docente del corso è  »   Luca Chistè , che ha sperimentato questo progetto didattico con ottimi risultati in diverse edizioni.  Il corso è rivolto essenzialmente ai principianti  che intendono apprendere l’uso di Photoshop ed a coloro che, conoscendo già il programma, intendono approfondire attraverso una metodologia strutturata le proprie conoscenze.

I contenuti sono visibili sul nuovo sito di   »   Phf Photoforma   

NOTA BENE

Per  ulteriori informazioni  sul corso (programma, struttura, ecc..) e ricordando che per la partecipazione al corso  è obbligatoria l’iscrizione online , si invita a consultare il seguente link:

»   CORSO DI PHOTOSHOP ED. 2014 | PHF PHOTOFORMA

per contatti:  luca@lucachiste.com  | 366 4822593 |

 

 

 

Phf Photoforma / Luca Chistè | gennaio 2014 | ©

PHF PHOTOFORMA: CORSO DI PHOTOSHOP 2013

CORSO DI FOTOGRAFIA DIGITALE a cura di Phf Photoforma

Immagine grafica ottenuta in Photoshop da due due diversi ritratti
fotografie di G. Benanti – grafica di L. Chistè | © Phf Photoforma |

PHF PHOTOFORMA
CORSO DI PHOTOSHOP  ED. 2013

ISCRIVITI ONLINE

inizio corso: mercoledì 20 febbraio 2013
ORARIO: 20.30 – 22.30

 

Phf Photoforma  organizza un articolato  corso di PHOTOSHOP  che avrà inizio martedì 22 gennaio (tutti i martedì con orario 20.30 – 22.30).

»   Il corso di PHOTOSHOP   , realizzato in colalborazione con lo »  STUDIO CFI  (Consulenza e Formazione Informatica) di Trento,   è  articolato su  8 lezioni  ad elevato contenuto applicativo e  2 workshop di tipo monografico  legati a specifici temi della fotografia digitale fine-art. Obiettivo del percorso di apprendimento è quello di fornire le basi teoriche e le pratiche operative per un utilizzo basico/intermedio di Photoshop, tendenzialmente rivolto all’ottenimento di stampe fotografiche fine-art d’autore. Docente del corso è  »   Luca Chistè , che ha sperimentato questo progetto didattico con ottimi risultati in diverse edizioni.  Il corso è rivolto essenzialmente ai principianti  che intendono apprendere l’uso di Photoshop ed a coloro che, conoscendo già il programma, intendono approfondire attraverso una metodologia strutturata le proprie conoscenze.

I contenuti sono visibili sul nuovo sito di   »   Phf Photoforma   

NOTA BENE

Per  ulteriori informazioni  sul corso (programma, struttura, ecc..) e ricordando che per la partecipazione al corso  è obbligatoria l’iscrizione online , si invita a consultare il seguente link:

»   CORSO DI PHOTOSHOP ED. 2013 | PHF PHOTOFORMA

per contatti:  luca@lucachiste.com  | 366 4822593 |

Phf Photoforma / Luca Chistè | gennaio 2013 | ©

PHF PHOTOFORMA: CORSO DI FOTOGRAFIA DIGITALE 2013

CORSO DI FOTOGRAFIA DIGITALE a cura di Phf Photoforma

”  Car-park ”  | Trento, 2012 |

ph. Luca Chistè  ©

PHF PHOTOFORMA
CORSO DI FOTOGRAFIA DIGITALE 2013

ISCRIVITI ONLINE

inizio corso: martedì 22 gennaio 2013
ORARIO: 20.30 – 22.30

 

Phf Photoforma  organizza un articolato  corso di FOTOGRAFIA che avrà inizio martedì 22 gennaio (tutti i martedì con orario 20.30 – 22.30).

»   Il corso di Fotografia  , i cui contenuti sono visibili sul nuovo sito creato da  »  Phf Photoforma  ,  è articolato su  10 lezioni  ed un interessante  workshop di due giorni  volto a far realizzare ai partecipanti un loro personale lavoro (c.d. “project-work”).

Il corso è rivolto prevalentemente a coloro che vogliono accostarsi od approfondire i contenuti sia della tecnica fotografica digitale, sia del linguaggio fotografico.
Obiettivo dichiarato del percorso di apprendimento, pertanto, è quello di fornire le basi teoriche e pratiche della fotografia, per gestire in modo efficace le riprese eseguite sia con apparecchiature digitali che analogiche.

Docenti del corso sono  Luca Chistè  &  Michele Vettorazzi , che hanno sperimentato questo progetto didattico con ottimi risultati ed in diverse edizioni. L’approccio formativo è basato su una robusta metodologia ed un percorso lineare di crescita per gli allievi, entrambi ottimamente supportati da materiale didattico (manuali) ed esercitazioni pratiche.

NOTA BENE

Per  ulteriori informazioni  sul corso (programma, struttura, ecc..) e ricordando che per la partecipazione al corso  è obbligatoria l’iscrizione online , si invita a consultare il seguente link:

»   http://www.photoforma.it/phf_fotografia.html

per contatti:  luca@lucachiste.com  | 366 4822593 |

Phf Photoforma / Luca Chistè | dicembre 2012 | ©

“IPHONEOGRAPHY” – fotografie fine-art all’Hortus Artieri di Trento

Iphoneography | stampe fine-art di Luca Chistè all'Hortus Artieri di Trento | © |

« I P H O N E O G R A P H Y »

| stampe fine-art di Luca Chistè |
rassegna a cura di Eva Lavinia Maffei

Hortus Artieri di Trento
Vicolo dei Birri 7 (p.zza Duomo)

| dal 30.09 al 14.10 |

I N A U G U R A Z I O N E:
domenica 30 settembre | ore 11.30 |

Cari amici,
ho il piacere di invitarvi all’inaugurazione della rassegna “Iphoneography” che si terrà presso lo spazio espositivo dell’associazione Hortus Artieri di Trento (ubicata in via dei Birri, 7 – proprio di fronte a p.zza Duomo), domenica 30 settembre ad ore 11.30 .
Questo evento, reso possibile grazie alla curatela di Eva Lavinia Maffei , è basato su un set di 31 fotografie stampate a mia personale cura (edizione limitata di 3 esemplari + 1 p.d.a.) ed è pensato con riferimento a tre macro-aree tematiche: “Il viaggio” , “Natura” e “Le parole della città”. Ciascun ambito di indagine, com’è nel mio stile, è accompagnato dalla presentazione di dittici, trittici o polittici, omogenei sotto il profilo formale e/o concettuale.
Per questo progetto, inoltre, ho deciso di pubblicare online una mia personale » riflessione , a cui pensavo da molto tempo, che si è arricchita (ma il termine corretto è “impreziosita”) del lavoro di Giancarlo Beltrame, raffinato critico fotografico e cinematografico e che ho avuto il piacere di conoscere in occasione della rassegna dedicata a Berlino, esposta al Centro Internazionale di fotografia di Verona Scavi Scaligeri.
Lo ringrazio quindi per aver accolto il mio invito, sapendolo impegnato sull’Iphoneography (sta curando una interessante rassegna di respiro internazionale) e per aver aggiunto il suo pensiero alle mie autobiografiche riflessioni (o, per dirla, con il mio grande amico Stefano Albergoni, le mie “confessioni”…)…
Auspicando di potervi personalmente incontrare nel corso dell’inaugurazione e/o durante il periodo espositivo (la rassegna chiude domenica 14 ottobre) vi invio un cordialissimo saluto.

Luca Chistè | © settembre 2012 |

LINKS :

» Presentazione della rassegna a cura di Eva Lavinia Maffei
» Paper sull’Iphoneography a cura di L. Chistè & G. Beltrame
» Web – invito dell’evento
» Website dell’Associazione Hortus Artieri 

WORKSHOP SULLA STAMPA FINE-ART

 

 

WORKSHOP FOTOGRAFICO SULLA STAMPA FINE ART
CON LUCA CHISTE’

 


20111105-210116.jpg

ATTENZIONE:

LE ISCRIZIONI AL WORKSHOP SONO CHIUSE PER RAGGIUNTO LIMITE DI POSTI DISPONIBILI


Sarà ospitato presso il Centro internazionale di fotografia degli Scavi Scaligeri di Verona, il workshop fotografico di Luca Chistè dedicato alla fotografia e alla stampa fine-art.

Data ed orario di svolgimento: mercoledì 9 novembre | ore 20.00 – 23.00 |

Pensato quale evento complementare della rassegna “Berlino. Profili urbani” esposta presso il Centro Internazionale di fotografia Verona Scavi Scaligeri (aperta fino al 13 novembre p.v.), il workshop, di natura tematica, analizza gli aspetti della fotografia fine-art (analogica e digitale in ripresa e digitale in stampa), attraverso la presentazione dei seguenti argomenti:

a) la stampa fine-art d’autore. Definizione, materiali, certificazioni

b) dal negativo analogico al file digitale: il c.d. “Sistema ibrido” .
Tecniche di sviluppo dei negativi finalizzate alla stampa fine-art, digitalizzazione e post-produzione

c) dal “negativo digitale” alla stampa fine-art digitale: la corretta gestione di un work-flow digitale ed il CMS (Color Management System) finalizzato alla stampa fine-art digitale

d) profili colore per le carte destinate alla fotografia fine-art (cenni).
Tipologie di carte, inchiostri e stampanti per la stampa fine-art d’autore

Aldilà ed oltre i contenuti tecnici in sé e per sé, il workshop, oltre a realizzare un ambiente didattico, è pensato come momento di confronto, laboratorio e scambio di esperienze sulla fotografia analogico-digitale e sulla stampa fine-art d’autore.

Rispetto alle tematiche affrontate, il workshop ha un carattere didattico di tipo propedeutico.

Per ragioni organizzative saranno ammessi un numero massimo di 35/40 partecipanti.
Il costo di iscrizione al workshop è di 20,00 Euro, che andranno versati all’inizio del workshop.

Per l’iscrizione è necessario confermare la propria partecipazione al seguente indirizzo e-mail: luca@lucachiste.com, indicando nell’oggetto:

“Workshop Scavi Scaligeri Verona”

e le seguenti, INDISPENSABILI, informazioni:

Nome, cognome, indirizzo (Via, Cap, Città), data di nascita, un numero telefonico ed il proprio codice fiscale.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi ai seguenti recapiti telefonici (orario 18.30-21.30):

Contatti telefonici

+39 366 4822 593
0461 816113

“TELECOM” | rassegna alla Galerie Foto-forum di Bolzano

Il 22 febbraio, ad ore 19.00 presso lo spazio espositivo Galerie Foto-Forum di Bolzano [Piazzetta Maria-Delago nr. 6], presenterò il nuovo progetto fotografico “Telecom”; un’indagine fotografica sul paesaggio contemporaneo, basata sull’esposizione di 32 stampe fine-art di cui ho curato personalmente la stampa in formato A2.
Per maggiori informazioni, vi invito a consultare la presentazione del lavoro ed a visualizzare l’invito predisposto da Foto-Forum Galerie.
Questa iniziativa, inoltre, apre una collaborazione fra la prestigiosa realtà bolzanina e Phf Photoforma per possibili ipotesi di collaborazione e avvio di nuove progettualità fotografiche.
Per la vernice sto predisponendo la stampa di una brochure a tiratura limitata di una serie di immagini, fra quelle che saranno esposte in rassegna, realizzate in formato A4.
Inutile dirvi che avervi alla vernice sarebbe un grandissimo piacere..

» INVITO

» PRESENTAZIONE RASSEGNA E NOTE TECNICHE

N.B.

la gallery fotografica delle immagini esposte sarà online dopo il 22 febbraio, data dell’inaugurazione a Bolzano dell’evento [ore 19.00 | p.zza Maria Delago nr. 6]


SCHEDA DELL’EVENTO
:

Titolo: “Telecom – fotografie sul paesaggio urbano contemporaneo”

Periodo: 23.02 – 12.03.2011

Orari: martedì -venerdì: 10.00-12.00, 15.00-19.00 | Sabato 10.00-12.30

Ubicazione & contatti galleria:
Galerie | Galleria Foto-forum
Platz | Piazzetta Maria-Delago 6
39100 Bozen | Bolzano
Tel | Fax +39 0471 982159
website: www.foto-forum.it
e-mail: info@foto-forum.it

TELECOM |un’indagine tematica sul paesaggio urbano

per accedere alla gallery click sulla foto o | QUI |

Dopo aver presentato questo progetto fotografico a Pergine (uno slide-show con accompagnamento musicale), ho deciso di pubblicare gli scatti di questo “nuovo” lavoro a cui mi sono dedicato a partire dal 2007.

A seguito dell’ampia diffusione dei cellulari, Telecom Italia sta attuando un piano di dismissione delle cabine telefoniche pubbliche.
L’authority ha decretato che il numero complessivo delle postazioni telefoniche pubbliche (PPT) esistenti può essere progressivamente ridotto.
Ogni anno, pertanto, 30.000 telefoni pubblici saranno rimossi.
Le cabine Telecom sono state, e lo sono tuttora, parte integrante del nostro paesaggio urbano.

Come spesso accade per infrastrutture dedicate ad un pubblico servizio, le cabine telefoniche sono diventate un luogo dove i writers, le persone comuni e, soprattutto il tempo, hanno costruito, spesso senza volerlo, piccole storie..
“Impronte” di un passaggio, di una comunicazione estemporanea e di un tempo che tutto logora e che, anche su questi manufatti, finisce con lo scavare segni profondi ed indelebili..
Di più, questo lavoro, a cui attribuisco un particolare valore concettuale, sotto il profilo simbolico mi pare possa rappresentare questo nostro momento storico, caratterizzato da una decomposizione valoriale che appare ineluttabile, barbara e senza fine e che, sempre più spesso, ci fa dimenticare di appartenere ad una società civile..

Questa ricerca, iniziata come detto nel nel 2007 ed in parallelo al lavoro: “In the bar”, prosegue l’idea che è possibile trovare immagini interessanti nelle cose di tutti i giorni e che, troppo spesso, diamo per scontate..

Come tutte le ricerche che rappresentano la mia visione sul paesaggio urbano contemporaneo, anche questa, al pari di “Urban pola portraits” [si veda QUI per la gallery relativa) è rigorosamente “working in progress” e, pertanto, questa selezione è un concentrato ristretto di immagini rispetto al materiale disponibile che, con intatta passione, raccolgo da moltissimo tempo..

Luca Chistè | dicembre 2010 | ©